CINGHIALATA 2019

LA CINGHIALATA – 23 GIUGNO 2019

Memorial Manuele Iacconi

Anche questo anno la nostra squadra organizza una manifestazione cicloturistica per Mountain-Bike in collaborazione con il gruppo Donatori di sangue Fratres Piano di Mommio. Confermato anche quest’anno il percorso  “Marathon”, un itinerario di oltre 50 km per i bikers più atletici, che andrà ad aggiungersi ai consueti “Easy” e “Classic”.

L’evento si terrà il 23 Giugno 2019 a Piano di Mommio (LU).

PARTENZA: ORE 9

LUOGO: PIAZZA MARTIRI DELLA SASSAIA, PIANO DI MOMMIO (LU).

RITROVO: ORE 7.30 PER REGISTRAZIONE E RITIRO PACCO GARA.

Questo il nostro Regolamento.  

Di cosa si tratta? 

Si tratta di una escursione non competitiva sulle colline della Versilia all’insegna del divertimento e della promozione del nostro territorio che richiama a Piano di Mommio bikers da tutta Italia. La CINGHIALATA è aperta a tutticosa aspetti? Le iscrizioni online apriranno nel 01/02/2019 , iscriviti online per ricevere la maglia ufficiale dell’evento!

Quanto costa?

Dall’01/02 al raggiungimento dei primi 100 iscritti e in ogni caso non oltre 01/04, il costo di iscrizione è bloccato a 15 €!

Dopo l’01/04 il costo di iscrizione è di 20€ fino al 15/06 dopo di che sarà possibile iscriversi direttamente in loco il 22 ed il 23 giugno! 

L’iscrizione comprende:

  • Maglia ufficiale “CINGHIALATA 2019” (solo per i pre-iscritti online);

  • Pacco evento (garantito solo ai pre-iscritti online);

  • Diritto alle convenzioni con le nostre strutture;

  • Pasta party per il pranzo di domenica 23 giugno;

  • I nostri servizi (vedi più avanti)
  • Ristori lungo il percorso

  • Lotteria finale

Per gli accompagnatori che partecipano solamente al pasta party il prezzo è di 10€ da pagare direttamente sul posto.

I nostri servizi:

  • Parcheggio
  • Servizi Igenici
  • Docce
  • Lavaggio bici
  • Assistenza meccanica

I Percorsi sono aggiornati, in caso di conflitto con la segnaletica lungo il percorso fa sempre fede la segnalatica. 

(clicca sui nomi dei percorsi per visualizzarli ed eventualmente scaricare la traccia .gpx)

  • Easy 26 km, 500 mt di ascesa:

L’itinerario prevede un primo passaggio nel percorso da ciclocross ormai chiamato da tutti Campo dei Cinghiali. In seguito il percorso, dopo aver attraversato il paese di Piano di Mommio,  si dirigerà verso Camaiore dove prenderà il sentiero della Via Francigena che ci permetterà di risalire la vallata di Camaiore attraversando paesi come Marignana e Pontemazzori, fino ad arrivare a Montemagno. Da qui si recherà nei pressi della villa dove il cantautore, commediografo, regista e attore teatrale “Giorgio Gaber” ha vissuto per molti anni per prendere l’omonimo sentiero (nel gergo dei bikers è chiamato proprio “il Gaber”) che porterà a località Capanne. In fondo alla successiva discesa, a Panicale (km 17), sarà situato il primo bivio percorso Corto – percorso Classic. Proseguendo per il corto, in località Pitoro si imboccherà la via Panoramica, una strada sterrata (il cui nome non necessita di altre spiegazioni), fino a Bargecchia il cui campanile ospita le “campane di Tosca”. Si dice che queste campane ispirarono il maestro Giacomo Puccini per la composizione della suddetta opera, famosissima in tutto il mondo. Da qui la strada riprenderà a salire, prima asfaltata poi sterrata, si percorrerà la via di “Cima a’ monti”, che ci riserverà altri panorami spettacolari, questa volta sulla piana di Camaiore e le Alpi Apuane meridionali. Si passerà dal paese di Mommio Castello per poi arrivare all’ultima “adrenalinica” discesa verso Piano di Mommio, anche questa molto panoramica. Una volta ritornati a quota zero, sarà d’obbligo un altro giro del Campo dei Cinghiali per “sciogliere la gamba” e concludere al meglio l’escursione prima del meritato Pasta Party.

  • Classic  41 km, 900 mt di ascesa:

L’itinerario prevede un primo passaggio nel percorso da ciclocross ormai chiamato da tutti Campo dei Cinghiali. In seguito il percorso, dopo aver attraversato il paese di Piano di Mommio,  si dirigerà verso Camaiore dove prenderà il sentiero della Via Francigena che ci permetterà di risalire la vallata di Camaiore attraversando paesi come Marignana e Pontemazzori, fino ad arrivare a Montemagno. Da qui si recherà nei pressi della villa dove il cantautore, commediografo, regista e attore teatrale “Giorgio Gaber” ha vissuto per molti anni per prendere l’omonimo sentiero (nel gergo dei bikers è chiamato proprio “il Gaber”) che porterà a località Capanne. In fondo alla successiva discesa, a Panicale (km 17), sarà situato il primo bivio percorso Corto – percorso Classic. Continuando per il lungo si risalirà la strada asfaltata fino a Gualdo, paese delle fiabe, tipico borgo storico della zona, per poi trovare di fronte il secondo bivio Classic – Marathon. Proseguendo con il Classic imboccherà una strada bianca che ci porterà all’altitudine massima del giro (circa 400 mt) in località Termini. Da qui si susseguiranno discese sterrate nel bosco con alcuni tratti veloci e altri tecnici, intervallate da scorci panoramici unici sulla Versilia e sul mare fino a raggiungere il paese di Pieve a Elici, noto per la sua Pieve Romanica di San Pantaleone, risalente al X-XI secolo d.C. Proseguendo il circuito, in località Pitoro si imboccherà la via Panoramica, una strada sterrata (il cui nome non necessita di altre spiegazioni), fino a Bargecchia il cui campanile ospita le “campane di Tosca”. Si dice che queste campane ispirarono il maestro Giacomo Puccini per la composizione della suddetta opera, famosissima in tutto il mondo. Da qui la strada riprenderà a salire, prima asfaltata poi sterrata, si percorrerà la via di “Cima a’ monti”, che ci riserverà altri panorami spettacolari, questa volta sulla piana di Camaiore e le Alpi Apuane meridionali.Si passerà dal paese di Mommio Castello per poi arrivare all’ultima “adrenalinica” discesa verso Piano di Mommio, anche questa molto panoramica. Una volta ritornati a quota zero, sarà d’obbligo un altro giro del Campo dei Cinghiali per “sciogliere la gamba” e concludere al meglio l’escursione prima del meritato Pasta Party.

L’itinerario prevede un primo passaggio nel percorso da ciclocross ormai chiamato da tutti Campo dei Cinghiali. In seguito il percorso, dopo aver attraversato il paese di Piano di Mommio,  si dirigerà verso Camaiore dove prenderà il sentiero della Via Francigena che ci permetterà di risalire la vallata di Camaiore attraversando paesi come Marignana e Pontemazzori, fino ad arrivare a Montemagno. Da qui si recherà nei pressi della villa dove il cantautore, commediografo, regista e attore teatrale “Giorgio Gaber” ha vissuto per molti anni per prendere l’omonimo sentiero (nel gergo dei bikers è chiamato proprio “il Gaber”) che porterà a località Capanne. In fondo alla successiva discesa, a Panicale (km 17), sarà situato il primo bivio percorso Corto – percorso Classic. Continuando per il lungo si risalirà la strada asfaltata fino a Gualdo, paese delle fiabe, tipico borgo storico della zona, per poi trovare di fronte il secondo bivio Classic – Marathon. Proseguendo il percorso Marathon si affronterà una bella discesa in direzione Valpromaro per poi risalire la Via Francigena e giungere dopo un sali e scendi a Fiabbialla. Da qui si affronterà una dura salita che porterà al punto più alto del percorso, quasi sulla vetta del Monte Ghilardona, dove si potrà ammirare uno spettacolare paesaggio. Da qui si susseguiranno discese sterrate nel bosco con alcuni tratti veloci e altri tecnici, intervallate da scorci panoramici unici sulla Versilia e sul mare fino a raggiungere il paese di Pieve a Elici, noto per la sua Pieve Romanica di San Pantaleone, risalente al X-XI secolo d.C. Proseguendo il circuito, in località Pitoro si imboccherà la via Panoramica, una strada sterrata (il cui nome non necessita di altre spiegazioni), fino a Bargecchia il cui campanile ospita le “campane di Tosca”. Si dice che queste campane ispirarono il maestro Giacomo Puccini per la composizione della suddetta opera, famosissima in tutto il mondo. Da qui la strada riprenderà a salire, prima asfaltata poi sterrata, si percorrerà la via di “Cima a’ monti”, che ci riserverà altri panorami spettacolari, questa volta sulla piana di Camaiore e le Alpi Apuane meridionali. Si passerà dal paese di Mommio Castello per poi arrivare all’ultima “adrenalinica” discesa verso Piano di Mommio, anche questa molto panoramica. Una volta ritornati a quota zero, sarà d’obbligo un altro giro del Campo dei Cinghiali per “sciogliere la gamba” e concludere al meglio l’escursione prima del meritato Pasta Party.

Hai bisogno di un posto dove alloggiare? vuoi esplorare il territorio accompagnato da una delle nostre guide?… visita la nostra pagina sulle convenzioni che abbiamo con le strutture alberghiere e contattaci!